La psicologia dello sviluppo

La psicologia dello sviluppo si occupa di studiare e comprendere i cambiamenti che si verificano nei comportamenti e nelle diverse competenze con il procedere dell’età.
Negli ultimi 15 anni vi sono stati importanti cambiamenti di prospettiva in questa disciplina, per quanto riguarda gli obiettivi e le strategie della ricerca, le teorie di riferimento e perfino la definizione del campo d’indagine: secondo un punto di vista condiviso da molti, non si può più parlare di psicologia dell’età evolutiva ma di psicologia dello sviluppo, una denominazione che consente di abbracciare tutti i cambiamenti psicologici che avvengono nell’arco di vita.
La psicologia dello sviluppo, quindi, si concentra nel comprendere i meccanismi alla base dello sviluppo di competenze complesse (linguaggio, motricità, percezione …).
Tre sono gli approcci teorici di studio: quello comportamentistico, quello organismico e quello psicoanalitico.
Conoscere la psicologia dello sviluppo vuol dire conoscere lo sviluppo tipico e saper distinguere i ritardi e le atipie. Aver conoscenza dello sviluppo tipico significa apprezzare le differenze interdividuali e intradivisuali, sapere che esistono fasi evolutive e crisi evolutive, saper individuare strategie adeguate per la risoluzione dei problemi e conoscere gli strumenti per riconoscere i disturbi dello sviluppo.

Annunci

Pubblicato il novembre 9, 2014, in psicologia con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: