Sul terremoto del 1908

Qualche anno fa, nel 2008, gli alunni della scuola nella quale insegno hanno messo in scena uno spettacolo teatrale che ricordava l’enorme tragedia del 1908 che ha colpito Messina e Reggio Calabria.
Erano le 5:30 del mattino del 28 dicembre e la terra tremò per trentasette lunghissimi secondi seguita da uno tsunami causato da una frana sottomarina. Il cataclisma causò dalle novantamila alle centoventimila vittime, dimezzando la popolazione di Messina e riducendo di un terzo quella di Reggio Calabria.
La rievocazione teatrale proposta dai nostri alunni ha esposto degli avvenimenti frutto del loro studio e del loro approfondimento. Adesso, a più di cento anni dall’evento, dal servizio proposto da BBC History del mese di marzo avrebbero potuto trovare maggiori spunti. Da quanto si potrà leggere, si apprende che al devastante sisma, il Governo di allora reagì con lo stato d’assedio, con fucilazioni sommarie, con il tentativo di deportare la popolazione sopravvissuta e persino con l’idea di bombardare Messina.
Un servizio giornalistico che consiglio di leggere anche a chi è nato e risiede lontano dalla città dello Stretto e dalla dirimpettaia Reggio Calabria.
L’approfondito lavoro è stato realizzato da Dario Marino, Dottorando in Studi Storici dell’Università di Salerno.

Pubblicato il febbraio 9, 2019 su giornali. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: