Incantato dalla calma dell’eternità

Da molto tempo non mi dedico a fare scatti di astrofotografia (quello a corredo del post è “Via Lattea magica al 38° parallelo” uno degli ultimi che potete vedere con migliore definizione su 500px), ma questo non significa che non riesco a trovare il tempo per ammirare gli scatti di altri fotografi, soprattutto se più bravi di me. Quella che mi ha lasciato incantato è “La calma dell’eternità” di Yevhen Samuchenko (soprannome creativo Q-lieb-in), una foto fatta in Himalaya in prossimità del lago Gosaikunda a 4400 metri d’altezza.
Yevhen Samuchenko, fotografo ucraino, sta concorrendo all’assegnazione del titolo di fotografo scientifico dell’anno 2019 della Royal Photographic Society con questo scatto che sarà esposto al Science Museum di Londra dal 7 ottobre 2019 al 5 gennaio 2020 dopo che saranno annunciati i vincitori del concorso.
L’autore scatta foto ispirato da madre natura e dal nostro universo, abile nella fotografia di viaggio è attratto soprattutto dagli scatti notturni con i quali può staccarsi dal trambusto della giornata rimanendo in contemplazione del cielo stellato.

Pubblicato il agosto 18, 2019 su fotografia, giornali. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: