Questa foto non è eccezionale, ma io la amo

Allerta arancione. Dovresti tornare a casa, ma quei colori alti con varie tonalità di grigio, quel verde del mare che sta cominciando a smuovere le alghe sottostanti, quell’aria salmastra che ti ossigena i polmoni, quei granelli di sale che si cominciano ad attaccare al tuo telefonino ed alla tua pelle te lo impediscono.
Non si può tornare a casa e rimanere distanti da quella Natura che ti sta comunicando i danni che l’uomo le sta arrecando. Nei giorni scorsi siamo rimasti incollati ai televisori per vedere la conferenza sul clima, abbiamo guardato i dimostranti in piazza ed abbiamo letto le loro considerazioni sulle pagine dei giornali. Poi tutto cade nel dimenticatoio, l’Amazonia è distante, il disastro di Giampilieri, Scaletta e dei paesi limitrofi è accaduto tanto tempo fa, la bottiglietta di plastica che lasciamo in spiaggia ha poca importanza perché è piccola … ma come facciamo ad essere così impassibili a ciò che sta accadendo, solo qualche giorno fa boccheggiavamo per il caldo, sostenendo semplicemente che l’estate ci vuole, a giorni ci lamenteremo per il freddo e per gli avvisi di allerta meteo, però nella vita di tutti i giorni queste cose non le teniamo neppure in considerazione. La colpa è del Sindaco perché ha messo pochi cestini, di quelli che hanno inventato l’eternit, però se parliamo dell’inquinamento creato da alcune industrie siamo subito pronti a dire che si deve lavorare. Ma siamo sicuri che abbiamo appreso qualcosa dai servizi del TG o dalle pagine dei giornali?
Io amo il mare, mi fa paura, ma lo amo e voglio rispettarlo. Mi faccio canzonare da coloro che mi vedono con il posacenere portatile in spiaggia, mi faccio deridere da chi mi vede salire a casa con la bottiglietta vuota ed anche se la foto non è delle migliori (scattata col telefonino sporco) non mi stanco di ammirarla. Madre Natura mi ha regalato dei momenti di riflessione con la schiuma del suo mare ed il vento che mi ha fatto lacrimare ed oggi desidero condividere con voi queste sensazioni, affinché ci aiutino sempre a pensare al nostro futuro ed a quello dei nostri figli. Questa foto non è eccezionale, ma io la amo.

Pubblicato il ottobre 8, 2019 su riflessioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: