Percorro ancora il cammino verso la serenità

Leggere, tornare con calma a scattare fotografie, allontanarsi dalle negatività contagiose (comprese le pagine social) è questo che compone il mio viaggio verso la serenità, che mi allontana dalle avversità della vita. Il primo passo che ho percorso è stato quello di allontanarmi dai social e trovare nuovamente la connessione con il mio io ponendo maggiore attenzione alle piccole (ma sarebbe meglio dire grandi) cose che mi circondano. Provare il piacere per il silenzio intorno (ecco perché mi è piaciuto tantissimo aderire alla tematica sul silenzio proposta dall’amica Graziella in una passeggiata fotografica) e contare sui propri sensi.
A seguire mi sono concentrato sul secondo passo, passando dalle reazioni automatiche create dalle memorie del passato all’azione consapevole che si svolge con la mente silenziosa che trascende gli opposti mantenendo uno stato di neutralità e saggezza (caratteristiche che possedevo, ma che ho rischiato di smarrire del tutto imboccando una strada impervia). Ho cominciato successivamente ad escludere il desiderio di agire immediatamente, d’impulso, ponendo l’attenzione sulla riflessione e correndo il rischio di perdere quella opportunità che non sempre è veramente tale.
Ho poi intrapreso un altro passo consistente nel rimanere impassibili di fronte ad un evento che ha prodotto in me un senso di delusione o dolore, considerandolo come un evento positivo; la batteria che si scarica nella macchina fotografica, ad esempio, non sta ad indicare che hai perso l’opportunità di scattare delle foto, ma rappresenta il piacere di poter prendere una pausa ed ammirare piacevolmente ciò che ci sta intorno.
Adesso, a conclusione della giornata, mi dedico al riepilogo degli obiettivi raggiunti, delle cose svolte in maniera positiva e desidero augurarmi che tutti possano percorrere queste tappe per uscire fuori dalle radici della nostra società che, sviluppandosi, possono tenerci imbrigliati come le sbarre di una prigione, un carcere che spesso viene creato per futili motivi i quali hanno il sopravvento su molti di noi.

POST CORRELATI

Pubblicato il ottobre 10, 2019 su riflessioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: