Riflessioni sul 2019

Sul finire dell’anno solare fioccano le riflessioni ed i pensieri che ci fanno ripercorrere l’anno che sta per concludersi.
Nell’anno di “Greta” si è parlato tanto dell’ambiente (solo parlato, i fatti sono stati rimandati), mentre in Italia i colori della politica sono quelli che vanno messi al primo posto. Dal giallo-verde siamo passati al giallo-rosso, ma con argomenti spesso lontani dalle preoccupazioni dei cittadini, con un impegno (almeno secondo il punto di vista di molti) sulle guerre commerciali e sulle differenze tra europeisti e nazionalisti.
In un blog che raccoglie materiale didattico, foto, riflessioni ed appunti l’anno deve essere commentato in modo ben diverso. Personalmente non mi voglio unire a coloro che si lamentano tanto dell’anno che si avvia alla conclusione, anche se qualche cosa che non mi è andata a genio c’è stata. Certo i “rospi” li ho ingoiati (la foto a corredo del post è un mio scatto del 2017 dal titolo “Baciami, sarò il tuo principe” che potete vedere nella mia pagina social dedicata alle fotografie), ma questo non vuol dire che non li ho digeriti. Ho scattato poche foto, sono stato assente in molti eventi ai quali sono stato invitato, ma desidero pensare a quanti libri ho letto, a quante riviste ho potuto apprezzare, con quanti amici ho avuto modo di parlare e, soprattutto, alle tappe di avanzamento verso la serenità che mi hanno offerto nuovi motivi di crescita della conoscenza della Natura, del rapporto tra gli esseri umani e di quello dei tanti amici. Certo, nel corso del Santo Natale il pensiero si è fermato sugli assenti, quelli che non scambieranno più gli auguri con noi, quelli con cui abbiamo condiviso momenti belli e talvolta quelli brutti. Dopo le lacrime è bene fermarsi a riflettere sul fatto che continuiamo ad esserci, a respirare, a condividere qualcosa con qualcuno o semplicemente ad ascoltare il nostro cuore che pulsa.
Tutti sommato i propositi per il periodo che sta per concludersi (espressi nel mio post “Pensieri di fine anno“) posso considerarli realizzati ed allora lasciamo nella loro pace i rospi, speriamo che possano trovare la principessa del bacio e proseguiamo il nostro cammino per la serenità.

Pubblicato il dicembre 27, 2019 su riflessioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: