Appunti (o riflessioni) di fotografia – Capitolo 9

Nel precedente post sottolineavo l’opportunità di utilizzare la fotocamera appena acquistata con le impostazioni predefinite o “out of the box” in modo che man mano che si va avanti con gli scatti effettuati si cominci a comprendere che è necessario basarsi sull’esperienza di secoli di pittura e grafica per imparare la composizione fotografica attraverso l’unione degli elementi; ci si rende conto che la lettura di vari argomenti, unita ad un corso di formazione, sono componenti necessari ed anche le loro scelte sono favorite dai dubbi sorti nel percorso avviato.
Proseguendo sull’argomento del post precedente, possiamo vedere vari elementi di composizione:

  • Le composizioni simmetriche: sono efficaci per le immagini mirate a contenere dettagli elaborati (ad esempio componenti architettonici che si riflettono su un pavimento lucido o villaggi che si rispecchiano in un lago).
  • Composizione radiale: è quella che presenta elementi sparsi dal centro; questo assegna una sensazione dinamica, anche se il soggetto è statico.
  • Linee diagonali: quelle che conducono l’occhio da una parte dell’immagine ad un’altra impartendo più energia delle linee orizzontali, incoraggiando l’osservatore a scansionare l’intera immagine.
  • La sovrapposizione: è fatta da elementi che originano un sviluppo delle tre dimensioni con aumento della profondità (ad esempio due soggetti che discutono su piani leggermente differenti ed un terzo elemento sullo sfondo della foto permettono di percepire le distanze).
  • La sezione aurea: quella che i fotografi compongono per adattare gli elementi a proporzioni armoniose. La sezione aurea è una rappresentazione figurativa del numero aureo che per comodità si fa coincidere al valore di 1,618.
  • Framing: concentra l’attenzione dello osservatore sull’argomento e suggerisce anche il contesto più ampio dell’impostazione del soggetto.
  • Forme geometriche: composizione con triangoli e rettangoli,
  • Massed pattern: le folle enormi di persone possono essere usate per dare un senso a quello che sembra essere il caos (ad esempio le state affollate delle grandi città).

In realtà chi si avvicina alla fotografia cerca motivi ogni volta che ha una fotocamera in mano ed è per questo che il suggerimento spontaneo a chi è alle prime armi è quello di scattare spesso cambiando anche leggermente la posizione per ogni scatto (ricordo comunque che questo non è un corso, sono solo appunti e riflessioni personali).

POST CORRELATI

Pubblicato il aprile 23, 2020 su fotografia, riflessioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: