Torniamo a contatto con la natura

Nel corso del periodo di blocco globale ho ripreso alcune vecchie abitudini, poste nel cassetto a causa dei soliti impegni stressanti che caratterizzano la giornata di noi occidentali.
Ammirare gli scatti di Ylanite Koppens mi ha fatto tornare a riflettere sugli scatti degli amatori, spesso troppo impegnati a cercare nuove idee tra gli scatti degli altri, quando posso soffermarsi sulle bellezze vicine.
La scorsa settimana ho inserito un post di riflessioni con il quale suggerivo scatti di panorami, lontani da altri, macro in luoghi senza agglomerazioni, still-life con i buoni prodotti dell’estate. Tutto questo per eliminare ogni condizione di contagio ed è chiaro che se abbiamo lavorato di fantasia ed abbiamo anche sperimentato nel periodo in cui si è fermata la Nazione, possiamo proseguire, nell’interesse della nostra e dell’altrui salute, gli scatti in natura di fiori e gli insetti, migliorando le nostre tecniche.
Ci sono creature e scene incredibili che possono essere catturare nel giardino o in uno spazio verde vicino casa. Quindi, con l’aiuto dei suggerimenti dai professionisti o degli amatori di qualità, si può prendere la macchina fotografica ed andare fuori in luoghi senza agglomerazioni.
In prima battuta è utile ricordare che bisogna conoscer bene la propria fotocamera. Sembra puerile (ma non lo è) rammentare la conoscenza delle modalità di messa a fuoco e della posizione del regolatore degli scatti a raffica (nel caso in cui si vogliano utilizzare per poter scegliere dopo l’immagine migliore dal gruppo)
In seconda battuta oltre che a concentrarsi sul soggetto non si dimentichi lo sfondo, il quale crea o spezza un’immagine, quindi è davvero importante.
Vivere l’attesa in silenzio (molto gradito dalla fauna) ammirando lo flora che c’è intorno. Se si rimane in città non è da scartare una visita all’orto botanico che offre tante opportunità di scatti e contatto con la natura.
L’immagine a corredo del post è una foto ad uso gratuito scattata da Ylanite Koppens.

POST CORRELATI

Pubblicato il giugno 22, 2020 su fotografia, riflessioni, scienze. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: