Quest’anno niente “dolcetto o scherzetto?”

Secondo le disposizioni dell’ultimo Dpcm sono annullate tutte le feste in pubblico ed è fortemente sconsigliato programmare party in casa. Il rischio di creare un assembramento e i favorire nuovi contagi è alto.
Inizialmente Halloween era una festa cristiana, anzi cattolica, e come per ogni festa cristiana, come per la vigilia di Natale o la notte di Pasqua anche quella di tutti i santi inizia la sera precedente.
I celti cattolici, gli antichi irlandesi, iniziarono a celebrare l’illuminazione della notte, con le zucche che mettevano in fuga il male, il cielo che visitava la terra ed i dolcetti che i morti portavano ai loro discendenti come segno del loro amore.
Halloween oggi una festa consumistica, trasformata nella forma attuale negli USA.
Per quest’anno, indipendentemente dalle informazioni su Halloween, è meglio astenersi dagli assembramenti, magari guardando le foto scattate negli anni precedenti comodamente seduti sulla propria poltrona o guardare un film dell’orrore. Con questa forte ripresa del Coronavirus, è opportuno rispettare i limiti del distanziamento sociale (e vi consiglio di non etichettarmi come vecchio pavido, preferisco come anziano saggio).
Lo scatto a corredo del post è stato fatto da Francesco Tracuzzi.

Pubblicato il ottobre 31, 2020, in riflessioni con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: