Quel terremoto che vive nella memoria dei siciliani

Il 14 gennaio del 1968 la terra tremò nel Belice, provocando devastazioni di interi paesi e producendo centinaia di vittime
Anche se ero piccolo ho la memoria per ricordare quella giornata. Da piccoli sia a scuola che a casa ci hanno educato ad essere sensibili al terremoto, vista la drammatica esperienza vissuta nel 1908 dalle città delle Stretto.
Quel giorno del lontano (ma non tanto) ’68, furono cancellati in pochi minuti Salaparuta, Poggioreale, Montevago e Gibellina.
Da un giorno all’altro tutti cominciarono a chiamare Belice quello che pochi conoscevano prima e si chiamava Bèlice, Il terremoto, quindi, oltre ai danni ed alle vittime, riuscì a cambiare persino l’identità nominale di quella Valle.
La foto a corredo del post l’ho scattata nel settembre del 2016 a Poggioreale.

Pubblicato il gennaio 14, 2021 su fotografia, storia. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: