Turismo, è importante rendere noti i divieti prima

Sarà una opinione fuori dal coro, ma cominciare a leggere adesso che si sta avviando la stagione turistica “le spiagge più belle”, “le valli più accoglienti”, “la vera natura incontaminata”, “le montagne divine”, mi sembra un bieco campanilismo duro a morire.
Nel post d’inizio mese ho detto che le mie vacanze potrebbero condurmi in Sicilia o in Calabria, ovvero vicino casa, ma non ho mai pensato di parlar bene delle spiagge di queste due regioni (anche se diverse premiate con la bandiera blu) o di lodare le colline, il verde o altro.
Con molta sincerità ho viaggiato tanto in passato e non mi sento di parlar male di nessuno dei posti visitati, ne in Italia ne all’estero.
Potrei magari parlare delle differenze degli uffici turistici, ma anche quello mi sembra un argomento sgradevole perché dovrei conoscere risorse economiche e volontà politica utilizzate a migliorare questi servizi nel caso in cui risultassero poco sufficienti.
L’unica cosa che tendo a citare riguarda i cartelli di divieto che, a mio parere, dovrebbero essere noti prima che una persona possa decidere di visitare quella zona. Non si può avere l’informazione di un edificio religioso, la sua storia, le sue bellezze, le opere d’arte che sono in esso conservate e scoprire dopo essersi tolti le scarpe in rispetto alla fede locale e “ascoltare” in lingua poco comprensibile che l’accesso è vietato alle persone di religione differente o recarsi in un luogo paradisiaco e scoprire dopo un’ora di viaggio per giungere a destinazione che è vietato fumare o scattare fotografie.
Ecco, a mio parere e nel rispetto di questi divieti, credo debbano essere comunicati prima perché ognuno di noi genera una mappa mentale di ciò che si aspetta e questi divieti spengono l’entusiasmo.
Ho inserito un’immagine di un luogo anonimo perché non rientra nei miei propositi offendere nessuno, mi piacerebbe che i lettori comprendessero il mio desiderio.

POST CORRELATI

Pubblicato il giugno 9, 2021 su riflessioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: