40% della popolazione mondiale vulnerabile

Anche quest’anno il 22 aprile si svolgerà l’Earth Day (Giornata della Terra), la più grande manifestazione ambientale del pianeta.
La Giornata della Terra è divenuta un avvenimento educativo ed informativo; giorno 22, infatti, si valuteranno le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili.
Nonostante questo impegno e quello di Fridays for future si sono verificati eventi che hanno colpito aree diverse della terra così come ha confermato l’ organizzazione meteorologica mondiale che ha diffuso un documento dal quale si evince che le catastrofi climatiche sono aumentate di 5 volte con oltre 2 milioni di vittime perdite totali per circa 3640 miliardi di dollari.
Nel 2021 gli eventi estremi sono stati 1400 con un’alternanza di siccità e alluvioni che secondo Coldiretti in Italia ha bruciato oltre 14 miliardi di euro in un decennio tra canali della produzione e danni a strutture infrastrutture agricole; il tutto, purtroppo, anche a causa della cementificazione selvaggia (e continuiamo ad ignorarla) e dell’abbandono di aree montane che espongono a rischio idrogeologico almeno 7 milioni di Italiani.
Il rapporto dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), l’organismo delle Nazioni Unite per la valutazione della scienza relativa ai cambiamenti climatici, pubblicato lunedì 28 febbraio, si concentra sugli impatti dei cambiamenti climatici, con temperature già diventate troppo calde ed insostenibili per milioni di persone e sottolinea come circa il 40% della popolazione mondiale è “altamente vulnerabile” agli impatti dei cambiamenti climatici, con l’Africa a pagarne le maggiori conseguenze specialmente in termini di produzione di cibo.
Per consultare il rapporto dell’IPCC (3676 pagine in inglese, 294 Mb).

Pubblicato il aprile 7, 2022 su ambiente. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: