Archivi categoria: foto

I miei fan mostrano il badge

Uno dei fan della mia pagina dedicata alla fotografia, mi ha mandato lo screenshot del badge. Lo ringrazio, però non credo che avvierò delle iniziative per aumentare il coinvolgimento e incoraggiare chi mi segue ad essere maggiormente attivo sul social. Come ho già detto in molte occasioni, non ho finalità particolari oltre a quella di condividere le mie foto.

Alla ricerca di Ladyhawke

Alla ricerca di Ladyhawke” è uno scatto fatto con la FinePix S100FS al castello di Torrechiara, un maniero quattrocentesco dai tratti contemporaneamente medievali e rinascimentali collocato sulla cima di un colle roccioso panoramico nella frazione di Langhirano, in provincia di Parma.
Ladyhawke è una delle protagoniste dell’omonimo film del 1985 di genere fantasy.

Atterraggi

Con tre aerei in fase di atterraggio, ho ripreso le pubblicazioni nel Progetto “inBlù”, nel quale vengono raccolte tutte le foto legate al volo.
Uno degli scatti, “Atterraggio Royal Jordanian Airlines“, è stato inserito a corredo di questo post.

Serenità all’Alcantara

Serenità all’Alcantara” è uno scatto che ho fatto proseguendo nella mia ricerca della serenità. La foto, eseguita con una Panasonic Lumix DMC-FZ300, ha voluto permettere la visione di un luogo, il fiume Alcantara (in greco antico Ακεσίνης), che nasce dai Nebrodi ed arriva nel territorio delle città metropolitane di Messina e di Catania dopo un percorso lungo 53 chilometri.
La foto è presente in definizione migliore su 500px.

POST CORRELATI

Spunta dall’Aspromonte

Come letto su “Coelum Astronomia“, dal primo febbraio il nostro satellite sta transitando in meridiano alle 18:04 a un’altezza di +54° sopra l’orizzonte, rendendosi visibile per tutta la serata.
Anche se non avevo programmato questo tipo di scatto, ho voluto prendere in considerazione il bel momento con la Panasonic Lumix che avevo con me (senza treppiede). Confermate (ma non avevo dubbi) le performances del nostro satellite annunciate dalla nota rivista che preannunciava un’ottima occasione per osservare la Luna.
Il mio scatto non è per nulla paragonabile a quello realizzato da Alberto Ghizzi Panizza il 5 febbraio di quest’anno, ricco dei coloratissimi minerali della Luna, però mi ha soddisfatto.
Come dati di scatto riferisco 1/640 sec. – f4 – iso100.
Maggiori informazioni si possono leggere in “la Luna di febbraio” su Coelum Astronomia n°241.
Spunta dall’Aspomonte“, la foto a corredo del post, è stata realizzata da me con la Panasonic Lumix nel pomeriggio di giorno 8 febbraio 2020.

POST CORRELATI

2020, ma quanti venti?

Già sul finire del 2019 abbiamo avuto modo di vivere delle giornate particolarmente ventilate. Da ieri, i meteorologi ci avevano avvisato, abbiamo verificato che i venti di Ponente e Maestrale hanno cominciato a colpire la nostra regione. Oggi apprezziamo la Tramontana che ha fatto crollare la temperatura ed alle 5:00 ha fatto registrare velocità dei venti che ci fanno comprendere la nuova perturbazione.
Ovviamente non sono un meteorologo, queste informazioni le leggo su quanto diramato dai professionisti e mi servono per realizzare, se mi va, qualche scatto da amatore.
A corredo del post propongo “Agitazione“, uno scatto fatto con la D5500 che, basandosi sulle previsioni, mostra il mio stato d’animo.

La seconda passeggiata fotografica a San Pier Niceto

Domenica prossima (26 gennaio 2020), dalle ore 09:00 alle 12:00, condizioni meteo permettendo, si svolgerà, ad un anno di distanza, si svolgerà la seconda passeggiata fotografica a San Pier Niceto. A guidare il tour sarà anche in questa occasione l’ing. Antonino Micale che fornirà informazioni sulle bellezze storico-architettoniche del borgo. L’appuntamento è fissato in Piazza Luigi Certo alle ore 9:00; maggiori informazioni si possono leggere nella pagina dell’evento.
La foto a corredo del post l’ho scattata nella passata edizione e mostra il Duomo del paese da visitare.

POST CORRELATI

Uno sguardo al lago piccolo

L’utilizzo di droni sta permettendo a sempre più persone di praticare la fotografia aerea, fino a far nascere un vero genere. Fotografare con i droni, per quanto possa apparire semplice, è invece abbastanza complicato in quanto si debbono unire le capacità fotografiche con quelle di pilota.
Non nascondo che con qualche amico, appassionato di fotografia come me, abbiamo discusso la possibilità di acquistare un drone, ma l’argomento è stato sempre messo da parte.
Debbo confessare che la cosa mi piacerebbe, ma al momento desidero tenere un buon ricordo di quando ho avuto la possibilità di fare qualche scatto dall’alto. “Uno sguardo al lago piccolo“, infatti, è uno scatto che ho fatto nel 2006 dalla cima del pilone di Capo Peloro. Rivedere questo scatto nel mio archivio, mi rigenera le sensazioni di quel momento, del vento e del sole dello Stretto, di quel profumo di mare che prima non immaginavi di apprezzare.

Da quest’anno non parteciperò alla Campestre

Tutto ha un inizio ed una fine. Nel 1973 ho partecipato per la prima volta alla gara di corsa campestre organizzata per quelli che allora venivano chiamati “Giochi della Gioventù“. Nel 1979 c’è stato il mio esordio nella veste di insegnante con i ragazzi dell’allora S.M.S. “Manzoni” e ne sono seguiti tanti altri ancora. Dal 2000 ho cominciato a collaborare nell’organizzazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale di Educazione Fisica scattando un mare di foto. Da quest’anno non sarò più presente; molti amici e Colleghi sono andati in pensione, i miei sessant’anni cominciano a farsi sentire. Certo un vuoto nel mio cuore ci sarà, ma non possiamo opporci al tempo che va avanti e, francamente, preferisco ricordare i podi conquistati, l’allegria del gruppo dei Docenti di Educazione Fisica, i sorrisi dei ragazzi nel tagliare il traguardo anche se con il volto provato, il piacere di condividere uno Sport sano, senza brogli, lontani dal doping e nel pieno rispetto delle regole.
Adesso passerò il tempo a godermi i vecchi scatti e quelli che sono stati fatti a me da altri, contrapponendomi alle nuove abitudini che si stanno sviluppando nella nostra Società che dimentica già cosa è successo ieri, considerandolo passato remoto. La storia dello Sport è fatta anche dalle piccole prove svolte su tanti campi, anche di periferia.
La foto a corredo del post è stata scattata nel 2010 da Anna Ferrara.

Alla fermata del bus

Alla fermata del bus” è lo scatto con il quale ho voluto iniziare il mio 2020. Il bus nel mio modo di pensare mostra quella voglia di arrivare ad una meta. Arrivarci con serenità, ma con la soddisfazione di aver percorso una strada ed un leggero pensiero sulle nostre prossime tappe.
La foto può essere vista anche su 500px.