Archivi categoria: fotografia

Street shooting a Palermo

Dopo il successo dello scorso anno si ripete l’evento “Street shooting” nell’arteria della moda palermitana. L’evento si svolgerà sabato 11 maggio 2019, dalle ore 16:30 alle 19:30.
Trenta modelle indossatrici della Vanity Management poseranno per i fotografi di Foto Italia T&D e Just Photo.

Annunci

Fotografare con gli oggetti di cristallo

Uno degli argomenti che ultimamente mi sta affascinando in fotografia è quello dell’utilizzo di oggetti di cristallo. Ho pensato di arricchire le mie conoscenze con l’acquisto di un libro, ma le recensioni mi hanno spinto a non farlo ed ho provato a fare una ricerca su questi argomenti. Ho trovato alcuni articoli che ritengo validi e li inserisco nel mio blog affinché possano essere letti anche da altri.

Il simbolo dell’abnegazione nel lago

Il simbolo dell’abnegazione nel lago” è il nome che ho voluto attribuire a questo scatto in quanto i pellicani adulti curvano il becco verso il petto per dare da mangiare ai loro piccoli i pesci che trasportano nella sacca. Questo modo di alimentare la propria prole ha indotto all’errata credenza che i genitori si lacerino il torace per nutrire i pulcini col proprio sangue, facendo diventare il pellicano (Pelecanus Linnaeus) simbolo dell’abnegazione con cui si amano i figli.
Personalmente leggo una bella condotta in loro che manifestano, a mio parere, una serenità che induce ad emularli nel vivere la vita con serenità, con un bel rapporto con la natura e con chi li circonda.
La foto è visibile anche su 500px.

Due anni fa a Villa Bellini

Due anni fa, il 6 maggio del 2017, mettevo in mostra il mio scatto “Io, Chiara e l’Etna” (in piccolo, sovrapposto al gruppo di amici)  insieme ai “Siculi fotografici” a Villa Bellini, il bellissimo spazio verde di Catania.
Ho inserito questo scatto nel post, fatto con il cellulare da Andrea Savi, per ricordare uno dei tanti momenti felici trascorsi con gli amici con i quali divido l’hobby della fotografia (nella foto Gaetano Doria, Nicola Vaiana, Andrea Savi e Ylenia Zappalà).
In questo periodo in cui sono in crescita gli scatti del viaggio da capogiro, la colazione con i fiocchi, il panorama mozzafiato che pochi riusciranno a fotografare ed il selfie impeccabile impacchettato con innumerevoli filtri di bellezza, io desidero ricordare che con molti amici abbiamo condiviso (non sui social, ma in real live) momenti di attesa piacevoli prima di fare uno scatto, scegliendo il luogo, l’orario, portandoci chili di attrezzatura dietro, affrontando le condizioni meteo per ottenere un risultato migliore, scambiandoci consigli su tempi di scatto, aperture di diaframma o semplicemente parlando della nostra vita in attesa del momento propizio.
Adesso lo scopo di fotografare non è più quello di raccontare, ma quello di comunicare, di rendere nota la nostra felicità momentanea e di far provare invidia a chi sui social ci vuol privare pure del like solo per far capire che non da peso a quanto comunichiamo o che non ha visto neppure quanto postato perché noi non siamo importanti.
Secondo uno studio della University of Missouri-Columbia, pubblicato a febbraio del 2018, la maggior parte degli utenti utilizza i social per evadere dai problemi e dalle preoccupazioni della vita quotidiana.
In un recente sondaggio un’alta percentuale delle persone (quasi il 70%) non rivede più i suoi scatti, li lascia nel dimenticatoio, in quanto l’unico scopo è stato quello di postare la foto su un social per farla vedere al mondo intero (a suo parere).
Io preferisco tenera cara “Io, Chiara e l’Etna“, ben esposta nella mia stanza, mi ricorda la bella giornata trascorsa a Castell’Umberto ed anche lo scatto di Andrea mi ricorda il bel fine settimana trascorso a Catania tra musica, gente e le foto dei miei amici.

Uno zoom che mi ha incuriosito

Vedere un obiettivo del genere non può che lasciare di stucco ed incuriosire. Il Sigma 200-500 f/2.8 è uno degli obiettivi più estremi mai creati per il formato 35mm. Pesa 15,7 Kg ed è lungo 72 cm, nel negozio in cui l’ho visto per la prima volta viene venduto al prezzo di €23299,00. Su Amazon non è disponibile (quello con attacco Nikon) al momento della realizzazione del post, ma credo che non avrò mai la tentazione di comprarlo in quanto sarebbe per me assolutamente difficile riuscire a trasportarlo.
In qualsiasi caso è indubbiamente un obiettivo affascinante e non ho dubbi, anche se non l’ho provato, che f/2.8 permetterà di ottenere sfondi molto puliti e tempi di scatto veloci che potranno dare soddisfazioni a chi ha la possibilità di trasportarlo.
La foto a corredo del post è stata scattata da me con il cellulare nel negozio nel quale l’ho visto per la prima volta.

Uguaglianza nella fotografia?

In una domenica primaverile, ma ricca di vento e successiva ad una giornata di maltempo, non si può che trascorrere il tempo leggendo qualcosa. Io mi son dedicato all’ultimo numero di “Amateur Photographer“, una rivista realizzata nel Regno Unito che leggo con enorme piacere. Tra gli articoli letti ho notato quello della fondatrice di SheClicks, Angela Nicholson, che si chiede (o ci chiede) cosa possiamo fare per raggiungere l’uguaglianza di genere nella fotografia?
Personalmente credo che nel 2019 solo gli stolti possono dare maggiore credito ai fotografi di genere maschile rispetto a quelle di genere femminile in quanto ci sono tantissime brave professioniste e tante amatrici che onorano con la loro presenza e con il loro lavoro la fotografia. Di contro mi rendo conto che è sufficiente guardare la scelta degli ambasciatori del marchio della fotocamera per capire che questo non funziona per le donne.
Giorno 1 maggio 2019 è stato annunciato un bando pubblico per la presentazione della prima mostra SheClicks che si terrà presso la After Nyne Gallery di Londra a settembre, nella quale saranno prese in considerazione le cinquanta migliori immagini che saranno appese in mostra.
La foto a corredo del post è stata scattata da me alla mia dolce metà che spesso fa foto migliori delle mie.

Si vucia, s’abbannia, Ballarò é magia

Dal 14 maggio 2019 fino a giorno 30, presso la Chiesa San Giovanni Decollato (Piazza San Giovanni Decollato, Palermo), si terrà la mostra “Sapori e colori a Ballarò“, con gli scatti dell’amico Tury Di Piazza che ormai da tempo fa girare la sua reflex quando alle prime luci del mattino si sentono le famose “abbanniate” dei venditori di Ballarò, lo storico mercato che si trova nei pressi della stazione centrale di Palermo nel cuore del quartiere dell’Albergheria e che si estende da Piazza Professa alle mura cinquecentesche di corso Tukory verso Porta Santa’Agata.
Una passeggiata fino a Palermo per vedere la mostra è l’occasione per tuffarsi nel passato ed esplorare la storia della Sicilia.

Haus der photographie

Il Museo della fotografia è un’istituzione dei Musei statali di Berlino della Fondazione del patrimonio culturale prussiano come dipartimento della Biblioteca d’arte. Si trova nell’ex Casinò Landwehr sulla Jebensstraße 2 di fronte alla stazione Zoologischer Garten nel quartiere berlinese di Charlottenburg. Il museo è un dipartimento della biblioteca d’arte e progettato come centro di esposizione, ricerca e documentazione per il mezzo di fotografia.
L’attrazione principale è la collezione della Helmut Newton Foundation. Il fotografo, nato a Berlino, fondò la fondazione alla fine del 2003 poco prima della sua morte accidentale e concluse un contratto con la Prussian Cultural Heritage Foundation.
La foto a corredo del post è stata scattata con il cellulare durante una visita della città che ospita il museo.

Photo Concept creative workshop days

Si terrà a Catania, presso il Catania International Airport Hotel, nei giorni 3 e 4 maggio 2019, un workshop creativo.
Durante il workshop CANON, che si svolgerà il 3 Maggio alle ore 10:30 ed il 4 maggio ore 16:00, tenuto da Mariano Bevilacqua, si parlerà di Ritratto e Reportage con ottiche e macchine Reflex e Mirrorless su set fotografico con modella.
Nel Workshop NIKON, che si svolgerà il 3 Maggio alle ore 16:00 ed il 4 Maggio alle ore 10:30, tenuto da Mimmo Basile, saranno trattati i temi:
– Reinventiamo il modo di catturare la luce
– La Mia fotografia dalla “A alla Z”
– I vantaggi di una Mirrorless rispetto ad una Reflex
– Panoramica dei modelli Z6 e Z7
– Scopriamole sul set allestito con modella
– Lo studio portatile con le Z e gli Speedlight SB-5000 in AWL/CLS.
Gli interessati potranno iscriversi presso il promotore dell’evento Bruno Euronics.

La ruota della vita

Proseguendo per la strada alla ricerca della serenità, mi sono soffermato a guardare questo pavone e la sua ruota. La leggenda ci narra che con essa trasforma il veleno in sostanza solare, mentre gli occhi distribuiti su tutto il piumaggio sono simbolo dell’onniscienza di Dio.
Ho scelto questo punto di ripresa perché la ruota, nel mio pensiero, rappresenta la vita, con gli occhi di Dio che sono presenti sia nei momenti di splendore che in quelli in cui il bokeh ci fa comprendere che avrà fine e Lui sarà sempre al nostro fianco.
Chi vuol vedere lo scatto con una grandezza maggiore, può guardare su 500px.