Archivi categoria: libri

La memoria fa brutti scherzi, perdo i Maestri

La complessità della memoria l’ho studiata prima all’ISEF poi in Psicologia e so che per fare spazio a nuove informazioni dobbiamo necessariamente cancellarne delle altre. In uno studio dell’Università di Cambridge del 2015 (pubblicata su “Nature Neuroscience“), è stato possibile tracciare l’attività cerebrale indotta dai ricordi individuali e mostrare come ciò ha soppresso gli altri dividendo il cervello in piccoli voxel.
Quando ho letto questi argomenti, non avrei pensato di ritrovarmi immerso dentro. La sovrapposizione di informazioni, infatti, mi ha fatto concentrare sulla conclusione della collana sui “Maestri della fotografia“ facendomi sfuggire che è stata ampliata con l’inserimento di maestri ai quali tengo molto come Steve McCurry, Abbas, Josef Koudelka, Don McCullin e, giusto all’inizio di questo mese, Giovanni Berengo Gardin.
Adesso il mio compito sarà quello di passare da Claudio (il mio amico edicolante) e vedere se è possibile sistemare il danno.

POST CORRELATI

Annunci

Un libro nuovo da assaporare

La nuova collana del “Corriere della sera” (il primo numero è uscito ieri insieme al quotidiano) mi offre la possibilità di leggere un libro che non avevo letto. “Quel giorno sulla luna”, da quanto so, è un fantastico libro nel quale la stimata autrice raccoglie con completezza documentativa quell’evento storico che ci ha immobilizzato davanti agli schermi nel 1969 e che ci dona gli stati d’animo dei protagonisti dell’impresa.
Un balcone all’ombra, un bel libro ed un caffè freddo. Cosa pretendiamo di più?
La foto a corredo del post è la copertina del libro che ho ripreso col telefonino.

POST CORRELATI

“La fotografia d’arte”, un libro da comprare

Se la giornata esordisce con dei tuoni e poi con grosse gocce d’acqua e prosegue con un vento forte proveniente da sud-est, una bella navigazione sugli argomenti preferiti è quello che ci vuole per distendersi e non pensare alla passeggiata domenicale rilassante persa.
In questa navigazione ho notato un libro che mi sembra particolarmente bello e che sto meditando di comprare è “La fotografia d’arte“, scritto da David Bate (un fotografo e saggista che insegna all’University of Westminster di Londra) con la traduzione in italiano di Luca Bianco, Giulio Enaudi Editore, nel quale l’autore prende in considerazione l’argomento con una prospettiva più ampia considerando il ruolo della fotografia nell’arte, sottolineando come nella cultura contemporanea l’immagine abbia un ruolo centrale e predominante.
Ricordo a tutti che non sono un critico, però quanto letto nelle varie pagine web su questo libro del 2018 (edizione originale del 2015), ha attirato la mia attenzione e stimolato il mio desiderio di acquisto.

Pensieri in giallo ed ecologia

Quando visitiamo una casa che non è la nostra chiediamo il permesso di entrare e consumiamo solo quello che ci viene offerto, ammirando con rispetto quello che l’ambiente ci mostra. Con questo spirito ho voluto fare questo scatto semplice titolandolo “Pensieri in giallo“.
Proseguendo nel mio cammino alla ricerca della serenità, ho pensato di acquistare “La Bibbia dell’ecologia“, un testo di spessore, approfondito e curato che parla del nostro rapporto con l’ambiente e in generale con il Creato. Roberto Cavallo, noto agronomo e saggista italiano, ha scritto quella che è una critica sui comportamenti poco sostenibili messi in atto dall’uomo.

Ritorno a scrivere?

Un primo maggio trascorso tra la calma e la familiarità dei muri domestici ed una conversazione da fine pranzo possono spingere a trovare nuovamente la voglia di scrivere. Magari un libro che non è rivolto a tutti, ma serve a tener memoria delle nostre emozioni.
E perché non seguire le richieste che mi vengono fatte e provare a impostare qualche pagina con gli scatti fatti dalla famiglia in momenti trascorsi insieme? Ve bene, da sabato comincio o almeno ci provo.
Una foto di ieri arricchisce il post di oggi.

Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore

Oggi si festeggia la “Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore“, un evento patrocinato dall’UNESCO per promuovere la lettura.
In molti, purtroppo, si privano del piacere di farlo per tanti motivi. Credo che almeno oggi si debbano mettere da parte i problemi che ci spingono a disertare la lettura ed unire questo all’acquisto di una rosa da regalare a chi si ama, mantenendo la tradizione catalana di origine medioevale che vuole oggi ogni uomo regali una rosa alla sua donna.
La foto a corredo del post è quella di “Teen@ger, storia e storie di un laboratorio giornalistico scolastico“, un libro che è stato pubblicato cinque anni fa e che traccia la storia di un progetto didattico sviluppato nella scuola in cui insegno. Nel mio blog c’è la pagina dedicata al mio contributo in questo campo.

Ultimo volume dei maestri

Primo giorno del mese e la visita al vecchio amico edicolante è un obbligo, è importante verificare se l’ultimo volume della collana sui “Maestri della fotografia“ è arrivato.
La collezione si conclude con Gabriele Basilico, uno dei più importanti fotografi contemporanei che dopo gli studi di architettura ha realizzato numerosi scatti su forme ed identità delle metropoli e sui mutamenti del paesaggio.
Tra le pagine narrate da Mario Calabresi, mi hanno colpito in particolare le parole scritte in grassetto, verso la fine del libro, con le quali Basilico rimarca che “fotografare la città non vuol dire scegliere le migliori architetture ed isolarle dal contesto” e sottolinea l’importanza di “mettere sullo stesso piano l’architettura colta e quella ordinaria” in una “mescolanza tra eccellenza e mediocrità”.
Come sempre consiglio l’acquisto di questo libro, ricordando che leggere è importante, ma apprendere da un prodotto di qualità apre la nostra visione e ci permette di rimanere incantati ed avere nuovi stimoli per i nostri hobby.

POST CORRELATI

Ed ecco il quinto

Finalmente abbraccio il quinto volume dei “Maestri della fotografia“. Dopo la conversazione di rito con il vecchio amico edicolante, non resisto ad una prima lettura di questo volume dedicato a Paul Fusco, ricordato principalmente per gli scatti eseguiti durante il funerale di Bob Kennedy assassinato nel 1968, a Los Angeles, durante la campagna elettorale per le elezioni presidenziali.
Paul Fusco viene raccontato da Mario Calabresi che descrive la sua fotografia come coerente ed impegnata. Dopo l’introduzione storica, si passa ad una bella raccolta di immagini, seguita dall’analisi tecnica curata da Alessia Tagliaventi. Come sempre il mio consiglio è quello di non lasciare uno spazio vuoto nella vostra libreria perdendo la lettura di questo penultimo elemento della collana.

POST CORRELATI

Non poteva mancare nella mia libreria “La ragazza con la Leica”

La mia passione per la fotografia, in questo periodo, mi sta spingendo a leggere molto. Mi son chiesto come può mancare dalla mia libreria “La ragazza con la Leica”, il romanzo di Helena Janeczek che tratta di Gerda Taro, grande fotografa a fianco di un altro grande?
Come molti Premi Strega, la lettura risulta impegnativa e rende necessaria una certa conoscenza della storia con una saltuaria ricerca di approfondimento su notizie ed eventi.
Come detto in altri post del mio blog, non sono un critico, ma soltanto un lettore appassionato che non resiste al desiderio di consigliare la lettura di un libro trovato interessante e coinvolgente.

Il quarto dei volumi dedicati ai maestri di fotografia

È arrivato il quarto volume dei “Maestri della fotografia“. Si va in edicola e, dopo la chiaccherata piacevole di rito con il vecchio amico, ormai da tempo non più alunno, ci si tuffa nella lettura di questo volume dedicato a Paolo Pellegrin, uno dei fotogiornalisti più attivi ed impegnati del nostro tempo.
Da subito coinvolti nella lettura dal racconto di Mario Calabresi, si rimane incantati da alcuni scatti del “Viaggio attraverso le terre dell’Islam”. La lettura proseguirà con l’analisi tecnica curata da Alessia Tagliaventi e con “Trovare la luce nel buio”. Ancora non ci sono arrivato, ma il fine settimana si preannuncia piacevole nel percorso proposto da un libro che suggerisco di acquistare.

POST CORRELATI