Archivi categoria: libri

Scattare foto da smartphone

In pochi comprerebbero un libro che parla di fotografia con lo smartphone perché, purtroppo, in tanti ritengono di possedere la “conoscenza innata” ed un telefonino che non teme rivali.
Eppure non è così!
Jo Bradford, riconosciuta a livello internazionale come un’autorità in materia, con il suo primo libro ha mostrato che è importante arricchire con consigli ed indicazioni la propria conoscenza.
Il suo ultimo libro “Smart Phone, Smart Photography” (uscito da poco) è il primo libro sulla fotografia da smartphone a essere in cima alla classifica dei libri più venduti di fotografia digitale su Amazon.
Jo Bradford è una fotografa professionista residente nel Parco Nazionale di Dartmoor. È la direttrice dei Green Island Studios, uno studio fotografico e una camera oscura a colori.
La Bradford insegna fotografia alla Falmouth University ed è consulente di studio in Fotografia digitale per la Open University. Tiene anche una serie di workshop fotografici per la Royal Photographic Society.
L’esperta di fotografia fornisce una raccolta di esercizi pratici che consentono di padroneggiare le funzioni della fotocamera dello smartphone per scattare immagini incredibili e spinge a stimolare il proprio lato creativo.
Un libro da leggere (io come sempre lo prenderò in forma digitale, ma esiste un formato cartaceo con la copertina flessibile).

Obscuritas, voglio leggerlo

Come sapete spesso metto una mia foto nel primo post del mese. Come posso non mettere il mio volto contento perché sto cominciando a leggere “Obscuritas” il noir scritto da David Lagercrantz.
Mi sembra un buon libro per un distensivo mese di agosto con un caso affidato a Hans Rekke, professore di psicologia ed esperto di tecniche di interrogatorio.
Deve essere avvincente … Basta col post, voglio leggerlo.

The Evidence Project

Una selezione di fotoreporter pluripremiati ha lanciato “The Evidence Project“, una campagna globale che utilizza il potere della fotografia per spiegare il legame tra la distruzione degli ecosistemi mondiali, la crisi climatica e l’insorgenza di nuove malattie mortali.
Al centro della campagna ci sarà la creazione di un nuovo libro che è stato curato da Britta Jaschinski, Arturo de Frías e Keith Wilson.

Street e Documentary, nuovo libro della collana “Improve your photography”

È stato pubblicato ieri il decimo volume di “Improve your photography” dedicato alla fotografia di strada e quella documentaristica.
“Improve your photography” è una serie di libri pubblicati da Amateur Photographer realizzati per migliorare le proprie capacità, ottenere nuove idee o semplicemente per arricchire la propria cultura fotografica.
I libri si possono acquistare sul negozio online di Kelsey.

POST CORRELATI

Letizia Battaglia, grande figura dei nostri tempi

Anch’io, come altri tre milioni di italiani circa (quasi 18% di share), sono rimasto incollato al televisore (giusto io che ne guardo pochissimo) per vedere “Solo per passione – Letizia Battaglia fotografa” su Raiuno.
Il film mi ha fatto fare un tuffo tra i ricordi di quegli anni di piombo palermitani, quelli che ci tenevano sulle spine e che rappresentavano malessere durante le pause dalle lezioni universitarie quando ne parlavamo.
Un periodo orrendo che ha scavato nei nostri cuori solchi che non potranno essere cancellati; guardare sole gli scatti che proponeva il quotidiano “L’ora” ci lasciavano di stucco soltanto davanti all’edicola.
Sono scatti che in questi giorni (da ieri) si possono osservare sul volume di “Maestri della fotografia” tornato in edicola con il quotidiano “La Repubblica” (raffigurato nell’immagine a corredo del post sul divano di casa mia).

POST CORRELATI

Libri per il bookcrossing

Come detto in più occasioni, mi piace leggere. Libri ne ho tanti, ma è il momento di rinunciare ad alcuni di essi.
Qualche testo ho cominciato a portarlo nelle bacheche di bookcrossing collocate sulla statale a Rometta Marea (ME)
Il bookcrossing è un modo per scambiare libri che consente così di non sprecarli e di condividerli. Incentivando la lettura
Diffuso in tutto il mondo, il bookcrossing consente di scambiare libri in libertà. Le origini risalgono al 2001 quando iniziò a far parlare di sé decollando dagli Usa, dove nacque un club di libri.
Lo scatto a corredo del post è stato realizzato con Google Maps; su questo ho inserito una mia foto perché sapete che nel primo post del mese spesso metto una mia immagine. Con le frecce gialle indico dove è possibile scambiare libri.

“Improve Your Photography” una collana di libri dedicati a fotografi appassionati

Improve Your Photography” è la collana di libri dedicati a fotografi appassionati interessati a migliorare le proprie capacità e ottenere nuove idee prodotta da Amateur Photographer.
Ogni edizione esplora un genere diverso, come paesaggi, ritratti e natura, ed è ricca di 100 pagine di consigli e ispirazione da alcuni dei principali fotografi del Regno Unito.
L’ottava guida presenta una raccolta essenziale di tutorial di base di esperti per aiutarti a ottenere il meglio da Photoshop e Lightroom . Si può trovare guide pratiche su nitidezza e sfocatura selettiva, correzioni del colore e dell’obiettivo, clonazione e restauro, conversioni mono e altro ancora.
È possibile comprarla online da Kelsey.

“Play Anything”, un libro da leggere

In molti nella mia passata categoria (docenti) hanno sostenuto che fumetti, programmi TV, videogiochi e social sono il motivo per cui gli alunni non riescono a studiare per bene con impegno.
Secondo Ian Bogost, Professore al Georgia Institute of Technology, in “Play Anything” , il suo ultimo libro, emerge che il gioco non è una fuga insensata dalla realtà noiosa; la nostra distrazione è solitamente guidata dal nostro desiderio di sfuggire al disagio, inclusa la noia , la paura e l’ ansia , o compiti che non si sincronizzano con il modo in cui apprezziamo il nostro tempo.
Il segreto per rimanere concentrati in alcuni momenti consiste non nell’astenersi dalla distrazione, ma nel cambiare la propria prospettiva sul compito stesso. L’autore del libro suggerisce di concentrarsi sul da fare e cercare attentamente la variabilità. Di non “leggere” l’incertezza nel portare avanti un compito, ma nel saper cogliere il gusto della ricerca per portare avanti una sfida (come spesso accade nei videogiochi).
Il libro “Play Anything”, quindi, è una teoria del gioco per l’era moderna, pieno di affascinanti intuizioni e nuove prospettive; “Play Anything” mostra come il gioco serva da strumento fondamentale per esaminare il mondo che ci circonda e fornisce una valutazione sorprendente del nostro attuale panorama culturale.

“Wandering Italia, un viaggio per riprendersi la vita”, un libro da leggere

In più occasioni ho detto che mi piace leggere, ma anche viaggiare è ai primi posti nella mia classifica di gradimento.
In entrambi i casi il filo conduttore è la conoscenza che appaga la curiosità e dona ricchezza interiore e serenità.
E come non si può rimanere attratti da un libro che tratta il desiderio e il bisogno di sentire che la vita non può esaurirsi nel continuo e monotono procedere di giorni tutti uguali, senza uno scopo né una motivazione?
Per questo intendo acquistare un libro che intendo suggerire anche ai visitatori del mio blog: “Wandering Italia, un viaggio per riprendersi la vita” scritto da Manuel Chiacchiararelli.
Il libro evidenzia la necessità di attraversare l’ignoto, dentro e fuori di sé, e quella di conoscere i propri limiti, le paure e debolezze, ma anche le più nascoste capacità e inaspettate risorse.
Grazie alle abilità descrittiva dell’autore ci si sente immersi nella storia e nei paesaggi, con cambi di ritmo della narrazione che fanno vivere la storia.

Quante emozioni con gli scatti di Jamie Johnson

Ho avuto modo di poter ammirare alcuni scatti di Jamie Johnson, la fotografa statunitense che gira il mondo da vent’anni nota per i suoi toccanti ritratti di bambini, sul libro “Growing Up Travelling” (pubblicato nell’estate 2020 da Kehrer) e sono rimasto senza fiato.
Il libro offre uno sguardo attento sui bambini dei “viaggiatori irlandesi”, una comunità di nomadi che vive in roulotte e che sta come estranea nella società che la circonda, mantenendo la loro tradizione e manifestando orgoglio per la loro cultura.
In ogni scatto che si ammira si percepiscono diverse emozioni, si rimane immobili per diversi minuti e ciò che i bambini trasmettono con i loro sguardi, le loro posture, il loro abbigliamento, è difficile da riportare in parole.