Archivi categoria: mostre

“Storia vera di Cannaluari”

Il 9 febbraio al Palazzo ex carcere borbonico, durante la presentazione dell’edizione 2020 del Carnevale Luciese, verrà inaugurata la mostra fotografica di Antonio SpadaroStoria vera di Cannaluari“. Un reportage fotografico per raccontare con suggestive immagini il Carnevale Storico di Santa Lucia del Mela.
La foto a corredo del post è quella scelta per accompagnare l’evento sui social.

La Santa Famiglia di Nazareth

Ieri, prima domenica dopo il Santo Natale, la Chiesa ha ricordato la Santa Famiglia di Nazareth. La festa, inizialmente celebrata a livello locale e successivamente estesa alla Chiesa universale da Benedetto XV nel 1921, è stata caratterizzata ieri dalla riflessione di Papa Francesco prima della recita dell’Angelus che ha rivolto lo sguardo ai genitori e ai figli del mondo di oggi.
Considerata la festività, nell’apprezzare la mostra presepiale al Castello di Spadafora, ho voluto fare questo scatto con il pensiero indirizzato a quelle famiglie provate da disagi e sofferenze.
Nei giorni a seguire, nella mia pagina social dedicata alla raccolta fotografica, proporrò i miei scatti raccolti in un album, in modo da sottolineare con il mio piccolo contributo i valori dell’accoglienza e della natività, grazie all’ispirazione fornita dalla bellezza artistica dei presepi.

POST CORRELATI

Una giornata a Betlemme

Nel suggestivo Castello di Spadafora, un’importante esposizione dell’arte presepiale siciliana sarà visibile fino al 12 gennaio 2020. Incantevoli creazioni degli artisti siciliani, esposte lungo le stanze del castello con un superbo allestimento. Ringrazio il Sig. Francesco Bertino che ci ha guidati nel giro e ci ha fornito interessanti dettagli sulle opere esposte. Il video è stato girano da Anna Ferrara in presa diretta con un telefonino Huawei e riguarda solo una delle opere presenti.

Premio MIA Photo Fair per la fotografia contemporanea

In occasione della sua decima edizione, MIA PHOTO FAIR 2020 promuove la prima edizione del premio “NEW-POST PHOTOGRAPHY?” che rappresenta una nuova iniziativa volta a promuovere le tendenze più creative e innovative nel mondo della fotografia contemporanea.
Il premio a tema libero, organizzato dal comitato scientifico della fiera, è aperto ad artisti senza limiti di età e di nazionalità. Le candidature debbono essere presentate entro il 6 dicembre 2019.
Maggiori informazioni sul sito dell’evento. Questo il bando di partecipazione al premio.

Il piacere e l’onore di conoscere un grande artista

Sabato ho avuto il piacere e l’onore di conoscere l’artista Licinio Fazio, un autore che oltre a spaziare tra le varie tecniche dall’acquarello all’olio e dalla tempera all’acrilico, realizza opere utilizzando molteplici mezzi espressivi: disegno, scultura, affreschi e decorazioni di tessuti.
Attivo partecipante alla vita artistica nazionale è presente nei maggiori annuari e cataloghi d’ arte di pittura e scultura.
Alla fine degli anni Sessanta inizia a concentrarsi sulla grafica utilizzando l’inchiostro di china e introducendo quei soggetti che poi otterranno un ruolo di basilare influenza nella sua produzione artistica. Tra questi la conchiglia che diverrà quasi una firma per l’artista, con la forma a spirale che rappresenta la nascita ed il fluire della vita.
Sono rimasto affascinato alle opere presenti al castello di Spadafora (ME) ed ho voluto fare qualche scatto, anche se ho faticato per non riprendere i presenti alla mostra. Ho firmato uno dei miei scatti in quanto ho dovuto apportare delle modifiche per eliminare una porzione di capo di un visitatore (lo sto utilizzando come foto a corredo del post). Spero di tornare per poter godere della bellezza di queste opere che fanno sognare e rimanere incantati.

POST CORRELATI

Il MoMA presto riaprirà le sue porte

Questo mese, il Museum of Modern Art di New York (MoMA) riaprirà le sue porte per rivelare una grande espansione. Iscrivendosi al canale YouTube del MoMA (da quale è stato il video a corredo del post), ogni venerdì sarà possibile vedere i nuovi episodi e presto verrà annunciato un corso che ci darà l’opportunità di partecipare al nuovo MoMA da qualunque parte del mondo.

POST CORRELATI

Parte il Festival di fotografia di Gassino Torinese

Dal 5 al 13 ottobre, l’Associazione Culturale Arketipo presenta la seconda edizione del Festival di fotografia di Gassino Torinese. Tra gli autori ospiti Maurizio Galimberti e Daniele Pellegrini.

A Chiasso la mostra del Maestro Dudovich

Inaugurata il 29 settembre 2019 è in corso di svolgimento a Chiasso (CH) una mostra che permette di ammirare oltre 300 opere del maestro della cartellonistica innamorato della fotografia “Marcello Dudovich“. Nel video realizzato da ArtsLife, viene proposta un’intervista alla direttrice del M.A.X. Nicoletta Ossanna Cavadini ed allo storico dell’arte Roberto Curci.
La mostra sarà attiva fino al 16 febbraio 2020 ed è per questo che spero di poterla vedere nel periodo natalizio e consiglio a visitatori del mio blog di andarci e di leggere l’approfondito articolo della rivista culturale ArtsLife.

Ultimi giorni a Siena per la mostra di Nobuyoshi Araki

Si concluderà giorno 30 settembre 2019, a Siena, la mostra “Effetto Araki“. Chi ha l’opportunità di andare potrà ammirare una selezione di 2200 opere. L’esposizione, organizzata dal Santa Maria della Scala con il sostegno di Opera-Civita, è curata di Filippo Maggia.
L’autore delle opere in mostra è nato a Tokyo nel 1940 ed ha completato gli studi presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Chiba, dedicandosi in particolare allo studio del cinema e della fotografia.
La foto a corredo del post è stata scattata nel 2010 da Jon Blathwayt ed è stata inserita tramite un link a https://commons.wikimedia.org senza alcuna modifica se non la riduzione per adeguarla all’impaginazione del blog ed è stato confermato il suo rilascio sotto i termini della licenza cc-by-2.0.

Cani protagonisti degli scatti di William Wegman

Inaugurata domenica scorsa (8 settembre 2019) presso il Museo d’arte della Svizzera italiana di Lugano, una mostra dedicata al celebre fotografo americano William Wegman.
L’evento, organizzato dal MASI, in collaborazione con la Foundation for the Exhibition of Photography, espone un centinaio di opere che mostrano l’abilità del fotografo a creare immagini che sono allo stesso tempo divertenti, impressionanti e surrealiste.
Il percorso espositivo si compone di novanta Polaroid e una decina di stampe ai pigmenti selezionate da William A. Ewing, curatore della mostra e già direttore del Musée de l’Elysée di Losanna, che rimarranno disponibili al pubblico fino al 6 gennaio 2020.
La foto a corredo del post è un mio scatto a “Fuser” del 2017 e non ha nulla a che vedere con i cani di razza Weimaraner e con William Wegman, eclettico maestro dell’arte contemporanea americana. Purtroppo non credo che riuscirò ad ammirare la mostra, ma la speranza è l’ultima a morire.