Archivi categoria: progetti

Diffuso nel gruppo il IX quaderno di appunti

È stato diffuso ieri il nono quaderno di appunti nel gruppo di studio della fotografia. Previsto per metà febbraio è stato anticipato di qualche giorno.
Dopo le copie distribuite ai partecipanti ai salotti fotografici, si torna alla diffusione interna.
Si ricorda che i quaderni di appunti sono impostati graficamente come un magazine, ma rimangono uno strumento attraverso il quale vengono trasmesse alcune delle conoscenze acquisite precedentemente dai partecipanti, così come le foto.
A corredo del post la copertina del quaderno in forma ridotta. Buona lettura.

POST CORRELATI

Successo per il salotto di ieri

Guidati da Daniele Guardione, ieri sera su Zoom è stato possibile fare un viaggio virtuale in Terra Santa ed ammirare con i suoi scatti l’incontro tra popoli e culture così diverse, saggiando le differenze, i luoghi della separazione e quelli della fraternità.
Abbiamo ammirato i luoghi di fede e siamo rimasti impressionati da luoghi come la Basilica della Natività, anche se in qualche parte si notavano i cantieri del restauro, Masada, l’impressionante fortezza sulle rive del Mar Morto ed altro.
I luoghi “visitati” hanno tenuto il nostro sguardo attento e largo, facendoci abbracciare l’orizzonte e prospettandoci un cammino diverso per l’umanità.

POST CORRELATI

Domani podcast con Nicola Vaiana

Domani, sul nostro canale telegram dedicato agli appunti di studio sulla fotografia, con un giorno d’anticipo rispetto alla programmazione, ci sarà il podcast con Nicola Vaiana.
Il quarto appuntamento della serie è rivolto ad argomenti che l’amico fraterno tratterà nell’intervista, ovvero fotografia, lockdown e aspettative per il 2021.
Le foto a corredo del post sono di Nicola Vaiana, mentre quella del protagonista del podcast è stata realizzata da Girolamo Mosca. Il collage è stato realizzato da Antonio Spoto.

POST CORRELATI

Domani l’ottavo quaderno

Domani, nel canale dei podcast sarà inserito l’ottavo quaderno di appunti sulla fotografia. È stata anticipata la sua distribuzione per favorirne la lettura nell’ultimo weekend che conclude il periodo natalizio.
Dopo il settimo quaderno distribuito ai componenti esterni al gruppo di studio che hanno partecipato al salotto fotografico “Tre Nikonisti a Berlino”, l’ottavo si apre agli partecipanti al canale podcast.
In questo quaderno, etichettato come Febbraio 2021, si parla delle motivazioni che mi hanno spinto alla realizzazione di un gruppo di fotoamatori che condividono le proprie conoscenze e per la prima volta ci sarà una fotoricetta della produzione casalinga di arancini.
Si ricorda che i quaderni di appunti sono impostati graficamente come un magazine, ma rimangono uno strumento attraverso il quale vengono trasmesse alcune delle conoscenze acquisite precedentemente dai partecipanti, così come le foto.
A corredo del post la copertina del quaderno in forma ridotta. Buona lettura.

POST CORRELATI

È nato il canale “Riflessioni in podcast”

È attivo da giorno 21 dicembre 2020 il canale “Riflessioni in podcast”. Il primo numero di un minuto e quaranta secondi, chiamato 00, è introduttivo.
Questo iniziale podcast è stato inviato in forma privata ad alcuni destinatari, i quali non riceveranno più alcuna delle pubblicazioni che ci saranno dal 2021; il modo per seguirle sarà iscriversi al canale il cui link verrà diffuso successivamente.
Le varie puntate raccoglieranno riflessioni ed appunti su ciò che mi piace maggiormente e principalmente la fotografia.
Per dare a tutti un’idea degli argomenti trattati, anticipo che saranno quelli inseriti nel mio blog e quindi non un manuale con i “segreti”, ma soltanto brevi riflessioni sulla capacità di osservare il mondo intorno a noi.
La modulazione delle puntate sarà settimanale e conterrà nel titolo l’argomento trattato, al fine di non imporre l’utilizzo di questo canale.

Primo numero del 2021 dei quaderni di appunti

È pronto il numero 7 dei quaderno di appunti di studio che, così come è stato distribuito a persone esterne al gruppo il numero 0, sarà distribuito ai partecipanti al salotto fotografico di domani.
L’immagine di copertina (quella centrale anche se tagliata per motivi d’impaginazione), scattata da Nicola Vaiana, è un augurio per il 2021, che sia come un’alba che dona luce alla bellezza e fa sparire il buio della notte.
In questo quaderno di appunti (ripeto che l’impostazione è da rivista, ma non lo è) si parla di droni, con una breve sintesi dei salotti a tema, dei libri consigliati da leggere in queste vacanze, dell’area progettuale “Foto dal mondo” della quale fa parte l’evento di domani e sono inseriti alcuni degli scatti fatti durante il breve tour di Berlino, con indicazioni dei luoghi particolarmente graditi,
A corredo del post la copertina del quaderno.

POST CORRELATI

Introduzione ai salotti “Foto dal mondo”

Il progetto “Foto dal mondo” rappresenterà un modo per trascorrere qualche pomeriggio con gli amici, ammirando gli scatti fatti da chi interverrà al salotto e discutendo sui periodi in cui è opportuno visitare il paese visto e le meraviglie che offre.
Nel video qualche scatto in anteprima.

POST CORRELATI

Tre Nikonisti a Berlino

Si svolgerà domenica, alle ore 19:00, il primo appuntamento del progetto “Foto dal mondo” nel quale si farà un tour virtuale a Berlino, una città così piena di cose da vedere che un viaggio soltanto non basta di certo.
Ovviamente ai partecipanti sarà proposta la visione di una piccola porzione della Capitale della Germania in quanto il suo patrimonio culturale è immenso e comprende varie forme e stili artistici.
Il link dell’evento, che sarà tenuto sulla piattaforma per le videoconferenze di Zoom, sarà divulgato agli invitati trenta minuti prima.
La sicurezza delle conversazioni audio, video e testo sarà garantita da una Client-Side di criptazione con protocollo di comunicazione mediante algoritmo Advanced Encryption Standard a 128-bit.
A corredo del post la locandina realizzata per l’evento.

POST CORRELATI

Il progetto “Foto dal mondo” sta per partire

Dalle idee sviluppate in questo ultimi giorni si comincia a passare ai fatti. Il primo dei progetti è “Foto dal mondo”, un modo per richiamare con le nuove tecnologie le vecchie abitudini con le quali si trascorreva un pomeriggio in compagnia degli amici guardando le foto dell’ultimo viaggio.
Mi spiace sentir dire ancora da molti: “pensiamo a qualcosa da fare a conclusione della pandemia”. Vivere il presente vuol dire accettarlo, senza nascondersi dietro i sogni di un futuro che non spetterà a noi stabilire.
La pandemia ci ha messo in ginocchio dal punto di vista economico, ma anche da quello psicologico e credo che ognuno di noi possa fare nel suo piccolo qualcosa. Non significa che dobbiamo ripetere “andrà tutto bene”, ma possiamo fare qualcosa, anche minima, per stare un po’ meglio e non rimanere invischiati nella palude dell’attesa.
Per questo motivo in una parte del progetto “Appunti di studio sulla fotografia” è stata sviluppata l’abitudine dei salotti fotografici avviata a settembre. Adesso, per estendere l’iniziativa ad altre persone (che comunque si conoscono nella vita reale), si è pensato di aprire questo progetto ad altri, attraverso l’invito.
Il primo step per chi è fuori dal gruppo è quello di accettare l’invito. Con l’accettazione l’invitato si impegna a curare da relatore un incontro della durata di 30/40 minuti. L’impegno sarà quello di mettere in ordine un decina di scatti e mostrarli accompagnandoli con un breve commento.
A conclusione dello slide show il relatore fornirà anche informazioni sul periodo dell’anno ideale per visitare il posto e darà qualche suggerimento su come raggiungerlo.
Ogni relatore potrà estendere l’invito a qualcuno dei sui amici della vita reale perché ci auguriamo di essere in tanti.
Il video a corredo del post illustra graficamente il progetto.

POST CORRELATI

Nuove idee si sviluppano in silenzio

In questi giorni senza post, mi sono dedicato a rivedere alcune vecchie idee. Ovviamente in questa pausa silenziosa mi sono preoccupato di curarle e di pianificarle prima di avviare qualche progetto.
Avendo chiare le finalità, ho cominciato a fissare gli obiettivi in modo da poter analizzare come muovermi per svilupparle.
Queste linee precise, mi aiuteranno a stendere un cronoprogramma e alcune azioni di monitoraggio.
Con i tempi che corrono, infatti, sto tenendo in considerazione le limitazioni del periodo che, purtroppo, potrebbero limitare o compromettere la buona riuscita di un progetto.