Archivi categoria: software

Segnalato un miglioramento di Photopea

È stato segnalato da Marco Crupi un continuo a miglioramento di Photopea, un editor di immagini in stile Photoshop gratuito che viene eseguito direttamente nel browser Web. Consiglio ai visitatori del mio blog la lettura dell’articolo dello scorso anno sull’argomento.
La foto a corredo del post è uno screenshot ridotto di una porzione della pagina web di Photopea.

Un software gratuito per il montaggio video

Nella didattica il supporto dei video da consultare anche a casa o da realizzare dopo una esperienza progettuale accompagnano l’insegnamento di molti di noi.
Uno dei siti che guardo con piacevole interesse è quello curato dal Collega Roberto Sconocchini che fornisce molti stimoli ed informazioni per curare al meglio la nostra didattica.
Ieri ho letto questa segnalazione che ho voluto riprendere nel mio blog: “Icecream: software gratuito per il montaggio video“.
Icecream Video Editor è un software che si installa in maniera abbastanza rapida sul PC e permette di intervenire su luminosità, contrasto, saturazione, tonalità e velocità di riproduzione, facilitando la realizzazione del nostro prodotto.
La foto a corredo del post è lo screenshot di una porzione della pagina web del software.

C’è il nuovo PhotoDirector, versione 11

È disponibile da qualche giorno il “CyberLink PhotoDirector 11“. In questa versione 2019 sono state aumentate le opzioni di gestione, è migliorato il flusso di lavoro e sono cresciuti gli strumenti a disposizione.
Personalmente ho la versione 3 insieme alla suite PowerDirector 18 (che vedete nello screenshot a corredo del post) e mi son sempre trovato sufficientemente bene, combinando l’editing e l’ottimizzazione fotografica con i ritocchi per i ritratti. Tra le novità pubblicizzate è presente l’anti-sfocatura intelligente che può servire per ritoccare le foto di bambini, animali o veicoli in movimento.
Queste le informazioni ed i prezzi dal sito ufficiale.

Interessante articolo sulla privacy su “Fotografare”

Mi è capitato di leggere un articolo interessante riguardo un’app del 2017 che è tornata di moda questa estate e che, trattando una nostra foto grazie all’intelligenza artificiale, ci fa apparire più vecchi.
Nell’articolo di Emanuela Costantini “La moltiplicazione dei dati e dei pesci (che abboccano)“, ben realizzato ed esaustivo nell’esposizione, viene presa in considerazione la nostra privacy, mettendo in evidenza alcune problematiche che è necessario conoscere prima di fornire il nostro ritratto attraverso il nostro cellulare.
Considerato che in questo blog (ed anche nella vita) non intendo violare alcun diritto, non proseguo con l’argomento e Vi consiglio vivamente l’acquisto della rivista “Fotografare” di agosto/settembre (la cui copertina è la foto a corredo del post realizzata con lo screenshot dal sito ufficiale) per leggere con attenzione il prezioso articolo.

Fotocamere a rischio hacker

I “Canonisti” si sono allarmati negli ultimi giorni. Come si può leggere sul sito Web di Check Point Research , il PTP (Picture Transfer Protocol) ha consentito l’accesso a numerosi modelli Canon, che possono essere utilizzati per introdurre un software dannoso.
Il video è tratto dalla pagina citata nel post.

Immagini e intelligenza artificiale

GAN (Generative Adversarial Network) di Paint Studio, ci permette di scegliere un’immagine e manipolarla senza modificare l’aspetto originale.
Nato nel MIT grazie alla collaborazione con IBM, è stato segnalato da Roberto Sconocchini, Insegnante che da tempo si dedica alle nuove tecnologie nella didattica e cura con enorme bravura e precisione un blog tra i più noti in Italia.

Luminar 3, penso proprio di acquistarlo

Ho finito da poco la lettura di un articolo pubblicato su Amateur Photographer di sabato scorso su Luminar 3, un software sviluppato inizialmente nel 2016 esclusivamente per Mac da una società che si chiamava MacPhun e utilizzabile anche su Windows dal 2017 con il cambio di denominazione della compagnia in Skylum.
Le informazioni su questo software mi attraggono in quanto molti lo definiscono come concreto concorrente di Lightroom e di Capture One ed erede di Aperture, software progettato e sviluppato da Apple per i fotografi professionisti e non più aggiornato dal 2014.
Dall’articolo, ricco e dettagliato, si legge che Luminar 3 è uno strumento di editing potente e versatile, con un grande potenziale creativo. Si comprende, inoltre, che Luminar fa cose che Lightroom non fa e viceversa; la sua interfaccia pulita offre degli strumenti per compiti specifici e per i novizi e che sarà necessario conoscere il nuovo metodo.
Quanto letto mi attrae e credo che potrei, a breve, farne l’acquisto; agli altri consiglio la lettura delle informazioni su questo prodotto, ricordando che non sono un critico o un professionista del settore, ma solo un amatore che condivide le proprie riflessioni ed impressioni.

Google Cast for Education

Google Cast for Education, nuova estensione di Google Chrome che permette agli insegnanti e agli studenti di condividere in modalità wireless le schermate dei propri personal computer da un browser Chrome a un altro. L’applicazione è ancora in versione beta ed è disponibile solo per gli utenti delle Google Apps Education.

TheLearnia: semplice strumento per registrare video lezioni

In questo periodo di fine anno scolastico è mia abitudine soffermarmi sulla ricerca di software di libero utilizzo che possano tornar utili alla mia didattica.
Roberto Sconocchini ha segnalato domenica questo interessante strumento: TheLearnia.
Permette di costruire video lezioni, della durata di 15 minuti, che possono essere condivise attraverso Google+, Twitter o Facebook.
Si potrà comporre la lezione utilizzando un’impostazione a slides molto simile a PowerPoint, oppure caricare una presentazione dal pc.
TheLearnia rappresenta un’ottima soluzione anche per la flipped classroom, in quanto le video lezioni create possono essere incorporate nel sito o blog di classe.

Qualche scatto estivo

Qualche scatto estivo giusto per provare la versione di Movie Maker per Windows 8.1